Chi ci marcia e chi no… questo è il dilemma!

Chi mi segue da tempo lo sa, io da sempre sono CONTRO chi spara i cazzacci suoi sul Tubo solo per il gusto di farsi compatire e fare delle visualizzazioni.

Sono contro la lagna, contro la gente che si piange addosso e che non perde occasione di nascondersi dietro le proprie difficoltà ( grandi o piccole che siano) pur di pararsi le chiappette e giustificare le cavolate che fa o i comportamenti che assume.

Di mio sono una persona forte, che drizza la schiena e si tiene in piedi SEMPRE, non posso fare diversamente da così anche se poi magari quando mi trovo da sola un piantino me lo faccio anche.

Comunque detto questo, finalmente mi sono tolta qualche sassolino dalla scarpetta di cenerella…e ho ben deciso di dire la mia fuori dai denti in un video chiacchiereccio.

Se avete voglia di parlarne, se vi va di dire la vostra…Beh ..questa è la vostra occasione!

Vi lascio il link al video, vi aspetto!

Lasciatemi un commento o un like! A me chiacchierare con voi fa un sacco piacere!

 

Annunci

Quando bacchettare diventa sport nazionale

Questo post nasce da una riflessione che ho fatto assistendo, per così dire, ad una piccola scenetta su Instagram, come voi ben sapete è l’unico social del quale faccio parte e mi piace molto perchè adoro fare foto.

Una mia amica, ha pubblicato una bella foto di lei con un bel vestito e un paio di scarpe col tacco carine, una foto semplice di una bella ragazza normale che sorride, niente pose da diva, niente red carpet solo una bella ragazza, punto ed una frase che riguardava l’abilità delle donne a nascondere le proprie abilità, ovviamente era ironica e leggermente maliziosa ma per niente volgare.

instagram1

Ovviamente io le ho messo un commento facendole i complimenti perchè vestita così ( niente di provocante un vestito nero e un paio di tacchi un rossetto tendente al fucsia e un trucco naturale…) stava proprio bene, ha due belle gambe e mi ha fatto anche tenerezza.

Sotto a questa foto una tizia ha scritto un messaggio, un cosiddetto “pippone” come lo chiamo io, dicendo che lei certe foto non le avrebbe mai pubblicate ( certe foto…ommioddio era vestita ed era coperta) che ci sono donne che non amano mettersi in mostra, che lei arriva a ridere e scherzare ma pubblicare una foto del genere ricevendo anche complimenti da amici uomini era oltre.

leleganza-e-la-sola-bellezza-che-non-sfiorisce-mai

Per la tipa in questione tutte noi donne sappiamo nascondere le nostre abilità ma non tutte lo facciamo maliziosamente per ricevere complimenti da altri uomini  e stuzzicarli…insomma il senso era che lei si sarebbe messa in mostra solo per il suo uomo e che al suo uomo sicuramente non avrebbe fatto piacere diversamente.

Ora la considerazione che io faccio è questa, siamo nel 2014 e siamo ragazze, dovremmo essere quantomeno un pò emancipate, visto e considerato che vogliamo essere moderne e al passo coi tempi, non capisco perchè se una persona si piace e non è volgare non può fare una foto e pubblicarla, senza essere tacciata come una “poco seria”.

mafalda-di-quino

Mamma mia, l’ho già detto tempo fa, se sei fuori misura secondo i canoni, fai schifo, ma se sei bella e ti piaci sei “poco seria”, quest’ultimo caso avviene solo se non sei famosa o un personaggio in qualche modo pubblico.

Io stesso ho degli scatti che mi hanno fatto le amiche o mio marito stesso e le pubblico se mi sento carina, e se ricevo dei complimenti magari anche da maschi amici per me è normale e non me ne faccio un problema, mio marito sa che io sono sua e siamo assieme.

Se il complimento è educato e non porta a niente di volgare è anche punto di orgoglio, se così si può dire, mio marito mi adora, ma dice sempre che se mi fanno i complimenti vuol dire a maggior ragione che ha scelto bene! E ne ridiamo!!

82

La cosa che mi fa specie è che poi, e mi ripeto, queste bacchettone rompipalle sono quelle che l’8 marzo  escono di casa e vanno a fare le peggio cose con le loro amiche galline mentre io invece, che volendo posso uscire quando mi pare, solo lì a guardarle con mio marito e penso ” hanno aperto le gabbie” e poi torno a casa ridendo godendomi il mio bello mentre loro vanno a vedere i muscoli del bello di turno in qualche bel localino zeppo di altre galline.

mafalda-non-sono-una-donna-a-sua-disposizione

Penso che tra donne ci vorrebbe un pò di sostegno e di complicità, penso che molte han voluto la parità dei sessi e poi si mettono il burka da sole quando gli fa comodo, penso che ci vorrebbero più sorrisi e meno rotture di scatole, ecco cosa penso.

complicita-femminile-72f18613-c953-4425-8f16-d6ce49c6ccc4

Penso che se una persona si piace non è giusto mortificarla, è ovvio che ci vuole il senso della misura ma in questo caso di misura ce n’era eccome! Più vado avanti e più rifletto su questa cosa e più mi accorgo che a volte è proprio dalle donne che arrivano i peggio comportamenti, questa cosa è deludente.

63999_635363463148116_77210482_n

Altro che Sex and The City questo è Burka and The City e il burka, sebbene figurativo, certe ragazze amano metterlo alle loro simili solo per il gusto di sputare sentenze gratuite, ognuno fa quel che gli pare ed è giusto così, con il senso della misura dettato dal buon senso, il resto sono solo chiacchiere!!

 

flash burqa satc2z

 

A presto!:-)

 

 

Spendere tanto per una crema viso…Si? No?

Ciao ragazze,

non mi sono persa nella nebbia…no… è un periodo molto molto intenso fuori dal mio piccolo mondo bloggoso… e sto cercando di dividermi tra tutte le varie cose che devo fare e seguire, problemi personali compresi.

Detto questo sono qua!

Ieri sera stavo scrivendo un pezzo da inserire su Mydelishoes e ho deciso di trattare della Crème de La Mer, per chi non la conoscesse, è un prodotto, del brand La Mer, appunto che viene prodotto utilizzando il fuco marino, un’alga che ha un grande potere idratante nutriente e rigenerante.

8807174766622

La raccolta delle alghe veniva fatta a mano e poi venivano fatte fermentare con ingredienti semplici e puri in un mix di luci e suoni ( questa poi me la devono spiegare…) in buona sostanza da questo procedimento esce il Miracle Broth ovvero il principio attivo base della Crème de La Mer.

All’interno della formulazione La Mer, a seconda dei prodotti,  non ci sono solo alghe, possiamo infatti trovare anche Malachite brasiliana( nel contorno occhi The Eye Concentrate) che pare doni alla pelle energia per auto- rinnovarsi, il Lime Tea Extract un potente antiossidante che neutralizza i radicali e protegge la pelle da aggressioni ambientali, e tanti altri ingredienti, che non sto ad elencare perché sennò diventa un post tremendamente lungo.

untitled

La linea de La Mer comprende tanti prodotti, dalla semplice crema viso, al siero occhi ce n’è per tutti i gusti, la crema addirittura è formulata anche nella versione soft, con una texture più leggera e facilmente assorbibile.

Ieri in virtù del fatto che dovevo scrivere questo pezzo su MD mi sono fatta un giro sui vari siti per informarmi sui prezzi di questi prodotti di lusso e sono rimasta un po’ sbigottita, sapevo che erano costosi perché già la mia migliore amica ne fa uso ogni tanto e so perfettamente di cosa stiamo parlando.La_Mer-La_Collezione_Idratanti-Creme_de_La_Mer

Quello che non sapevo però è che si può arrivare a anche oltre 1600 euro per una confezione da 500ml di crema, per farvi capire il barattolino da 30 ml di Crème de la Mere classica, quella diciamo più usata, costa 141,95 euro.

Ora la mia domanda sorge spontanea, ma ha senso? Voi spendereste tutti questi soldi per una crema viso? Anche se pare sia LA crema viso?

images

Io me lo sono chiesta, capisco gli ingredienti super lussuosi, capisco il procedimento di raccolta delle alghe, la fermentazione particolare, la presenza delle pietre semi-preziose…Ma ribadisco, ha senso?

So che ha davvero un effetto notevole questa crema, parlandone con la mia amica mi ha detto che la differenza si vede e molto, però sono pur sempre un sacco di soldini!

Voi che fareste? Spendereste queste cifre per una crema viso? Che ne pensate?

A presto!!:-)

 

 

Riflessioni di una Beauty Blogger per passione.

 

Ciao ragazze,

volevo scrivere questo post da qualche settimana, ma non trovavo mai il momento adatto per impostarlo e mandarlo avanti, ci ho voluto riflettere perché su questo argomento penso che abbiamo un po’ tutte idee differenti… Cmq andiamo!

Qualche settimana fa sono incappata nel canale Youtube di una ragazza e mi ha attirato il titolo di un Video che poi ho guardato, era una cosa del tipo “cazzate sulla collezione di makeup”, vi confesso che ho dovuto guardare il video in due tranches, perché la tipa era davvero molto molto molto arrabbiata e mi ha messo una sorta di inquietudine!

Il punto era questo, le aveva scritto una lettera la mamma di una ragazzina appena adolescente che guardando i video delle ragazze che parlano di makeup, appassionata di trucco e ovviamente in fissa come capita a quell’età lamentava con sua mamma di non poter avere molti più prodotti a disposizione.

collezione makeup3

La mamma in questione tentava di far capire alla figlia che non era necessario avere tutti i prodotti che vedeva nei video ma con scarsi risultati, cosa che avviene peraltro un po’ in tutte le famiglie con adolescenti sui più disparati argomenti.

L’adolescente in questione è arrivata a prendere alcune banconote dal portafogli di mamma pur di acquistare dei prodotti di makeup che desiderava e che per diversi motivi non erano stati acquistati! Soldini peraltro che la mamma aveva messo da parte per via di una serie di impegni sanitari che la sorellina dell’adolescente in questione doveva affrontare.

La mamma, disperata, chiede alla Youtuber di parlare di questa cosa, di leggere la letterina e di dire in video alla ragazzina che non è necessario avere tutti i prodotti sensibilizzando anche le altre Youtuber (intendendo anche le makeup guru etc…) a dare il messaggio in questione, ovvero che avere tanti prodotti di makeup non serve.

La Youtuber una volta finita la disquisizione sulla letterina, ha iniziato a parlare della questione makeup e del fatto che molte ragazze che hanno un canale su YT possono dare un messaggio sbagliato pur non volendolo, perché nei loro canali si vedono una gran quantità di prodotti.

collezione makeup2

Continuando nella trattazione della sua tesi, la ragazza diceva che anche chi ci lavora con il makeup non è detto che debba avere un sacco di prodotti e che sono un po’ delle cavolate quelle che si dicono ovvero ” che per lavoro” queste persone sono tenute ad avere molti prodotti, che non è vero perché MUA di sua conoscenza sono assolutamente più “parsimoniose” e che non sono certo così piene di makeup, perché anche per loro è un costo.

Praticamente, in buona sostanza, il discorso era che il messaggio che passava era sbagliato, che lei stessa era stata una gran compratrice di cosmetici che poi è stata costretta a buttare causa inutilizzo e che tutte le ragazze che avevano un canale avrebbero dovuto far passare il messaggio di inutilità nell’avere molti prodotti.

Ci ho riflettuto un po’… e  mi sono fatta una MIA idea che vuole essere puramente una opinione.

collezione makeup

Partiamo dal presupposto che ognuno fa quello che ritiene più giusto, soprattutto in uno spazio come possono essere i canali YT o i nostri Blog, dedicati alla bellezza, al makeup etc…

Capisco che le ragazze più giovani possono travisare il messaggio di una persona che prova tanti prodotti e si chiede come mai quella ha un tot di articoli di makeup arrivando a desiderarli lei stessa,  però il fatto è che noi abbiamo un hobby, lo portiamo avanti con passione, ci rendiamo utili le une con le altre consigliandoci e parlando di qualcosa che ci piace.

Non è purtroppo una responsabilità di chi detiene un  blog/canale YT parlando di makeup e bellezza( ma potrebbe essere qualunque argomento….voglio dire), se  una ragazza in giovanissima età si crea una idea sbagliata, la realtà è che anche ai miei tempi, quando ero ragazzina c’erano determinate passioni, magari non era il makeup ed era altro ma i miei genitori mi hanno pur sempre dato la dimensione della realtà e di quelle che erano le nostre possibilità nel seguire una data moda, piuttosto che un hobby.

bloggers-blog

Questo è un punto, io ho solo un bloggetto dove parlo delle cose che piacciono a me, condivido le mie idee e mi confronto con voi follower, non sono responsabile del fatto che qualcuno leggendomi si faccia l’idea che avere 10 palette sia necessario.

Un altro punto secondo me è quello che va a toccare direttamente i MUA, io ne ho conosciuto qualcuno quando lavoravo per le riviste, io stessa sono stata truccata da uno di loro proprio per le stesse pagine della rivista per la quale lavoravo e per me che ero giovane e alle prime armi vedere tutti i trucchi che aveva è stato magico.

Non so se tutti i MUA hanno tanti prodotti di makeup se qualcuno ne ha meno, ma sostenere a priori come all’interno di quel video che è una “cavolata” ( per non usare un altro termine ben più forte) dire che i MUA hanno una folta schiera di prodotti perché lavorano in quel settore mi sembra un po’ esagerato.

Quello che voglio dire è che si è verissimo, io non ho sicuramente un bisogno vitale di tutte le palettine che ho o di tutti i prodotti che provo, ma la realtà è che è una mia passione, che le compro con i soldi che guadagno e che a me piace confrontarmi con voi per sapere cosa vi piace, per capire come vi trovate voi rispetto a  come mi trovo io. Non avrebbe senso avere uno spazio come questo se non provassi dei prodotti, se  non  ne parlassi, se non comprassi delle cose nuove da provare indipendentemente da tutto.

iloveblogging

Certo è giusto non far passare il messaggio che l’eccesso è bello, io i prodotti che compro li uso, a volte li regalo anche, non vanno sicuramente sprecati, però non deve essere una crocifissione il fatto che facciamo quel che facciamo, altrimenti seguendo questa falsa riga bisognerebbe crocifiggere stilisti, pubblicitari e quant’altro.

Vi pare?

Non lo so, ci rifletto, ci rifletto e più ci penso e più mi sembra un esagerazione usare i toni che ho sentito usare,  a riguardo di questo argomento.

Voi che ne pensate?

A presto!:-)