Sono una Blogger…non sono una santa!

Lo so…sono 7 giorni che non pubblico niente, e scommetto che vi ammazzavate di dolore…vero?

Ebbene sono qui, ancora, e stamane poi più tonica che mai, sono uscita di casa di buon ora e sono arrivata nella mia adorata Milano in tempo per un caffè con l’amore mio ( prima) e per un Filtered Coffee da Pascucci ( dopo) in Corso Europa da portarmi in ufficio, carica liquida.

IMG_20150507_084131

Che ho fatto in questi 7 lunghi giorni? Beh intanto, chi mi segue su Facebook lo sa ( embeh?? Non mi seguite?? E alora… FATELO!!) , sono stata in Umbria 4 giorni a rigenerami tra tartufi, cinghiali ( quadrupedi:-P) e scarpinate e poi ho lavorato tantissimo, ho ripreso una collaborazione della quale sono felice e ve ne parlerò tra un po’, insomma ho vissuto o almeno ci ho provato!

Sto testando dei prodotti nuovi e spero di scriverne nei prossimi giorni, tra un articolo e l’altro osservo, studio e mi rendo conto di cosa succede nel mondo Blogger, non nel mio mondo Blogger perché nel mio mondo Blogger la gente lavora e la mattina si alza ingranando la retro invece della prima, esce di casa senza il Mulino Bianco e il Banderas con la sua Rosssssita e se riesce a fare quel che ho fatto io  stamane alzandosi all’alba ed essendo pure presentabile ringrazia tutti gli Dèi Blogger che conosce.

 

mulinobianco

Apro Instagram ( ebbene si ho un account Instagram!) ed è tutto un pullulare di foto di calzini a letto, calzini sulle coperte, sotto le coperte abbinati a tazze Shabby Chic e di foto bianchicce, chiare, rosa e bon ton, che inneggiano al buongiorno e mi fanno quasi sentire anormale…Perché io non ce l’ho il copriletto di Ikea nei colori tenui e la stanza bianca come il latte con la tazza di Maison du Monde perfettamente abbinata? Dove ho sbagliato?

ColazioneLettoTavolaClassicaModerna

Scorro il feed giornaliero con la velocità di una faina nella Savana e mi accorgo che le foto delle colazioni delle mie “amiche” blogger, vlogger, youtuber ( tutto quello che finisce per “er” è figo credo) sono tutte perfette, hanno risvegli perfetti, hanno calzini perfetti, letti perfetti!! Ommioddio… e sono tutte sconvolgentemente uguali!

Sono una Stronza credo e passerò sempre da Acida Stronza… ma Dio Mio… quanto mai sono fiera di essere ME… sebbene io sappia che ESSERE ME significa essere una Blogger non una Santa!

0_blogger_0

Quando ho aperto Makeupraimbow l’ho fatto spinta dalla voglia di scrivere, potrei scrivere notti intere se non crollassi dal sonno alle dieci di sera! Potrei scrivere per vivere se qualcuno volesse pagarmi seriamente dandomi delle garanzie!

Una cosa della quale quando ero ancora una Pischella del Bloggamento non mi ero resa conto è che per essere Blogger devi essere sempre fedele alle altre Blogger fighe, non apri un Blog perché vuoi essere te ( cretina che non sei altro) apri un blog, un canale YouTube o qualunque altra cosa sia  “public” solo per assomigliare quanto più possibile alla tua vicina di banco, che fa le cose fighe e che piace tanto.

Io ci ho provato, ve lo giuro ci ho provato, ma sono una Blogger non una Santa (Replicante per giunta), ho provato a fare solo quello che fanno le altre ma non ce la faccio, mi viene semplice fare quello che piace a me prendendo spunto da quel che fanno le altre, se proprio, ma essere come le altre per esserlo mi urta profondamente.

images

Mi alzo la mattina e figuro i miei pezzi nella mia testa, traggo ispirazione dalle riviste, dalla mia vita, da quello che piace a me e me ne sbatto bellamente se non faccio la foto Shabby della mia colazione ( tutt’altro che perfetta visto che a casa mia si corre per andare a pigliare il treno e andare a guadagnarsi il pane invece di stare a letto a fare lo shooting), se ho tempo vado al bar e riesco a bermi qualcosa che mi svegli e allora sì! Che soddisfazione, ci scappa una foto, la foto di un Marocco pieno di cacao ( con correzione di crema alle nocciole please, ora si usa così) e a sfondo una distesa di dolci.

PhotoGrid_1429784170375

 

Sono impopolare e il mio blog è sfigato, ho aperto un account Facebook e che fatica arrivare a 770 like, non vi dico cosa ho dovuto fare per riuscire a crescere un po’ e mi chiedo…se avessi le foto Shabby della colazione mi amerebbero di più?

Il mondo Blogger ( il mondo “er”) è ingiusto e molto poco polite, più vado avanti e più me ne rendo conto ma in fondo io sono sempre andata controcorrente e ancora oggi non riesco a far di meno, se sei brava, ma brava davvero, non conti una mazza e questo lo so, se sei te stessa, scrivi qualcosa di vero e non vivi in un mondo perfetto fatto di Shabby Foto e di sorrisi sei tagliata fuori.

Conta quanti hauls fai, quante volte ti fai una foto a letto con la tua tazza perfetta e quante volte metti in piazza i tuoi fattacci mettendo titoli improbabili a post and videos pur di avere followers e visualizzazioni, ma io sono una Blogger non sono una Santa, io scrivo per amore e per passione e a me non riesce davvero di uniformarmi ad un mercato che ci vuole tutte perfette dalla mattina alla sera.

cddd4dda9d52fcde307c410ff88a6c1c

Makeupraimbow è una mia creatura, cresce con me nella consapevolezza che deve rimanere fedele a sé stesso e pazienza se non sono una super Blogger, ogni giorno mi accorgo che per me essere Blogger equivale ad essere ME, non la copia della mia vicina di Blog.

marilyn-monroe-quotes-3

Gaetano,il mio editore, che ancora oggi ringrazio per avermi insegnato tutto quel che so ed avermi “cresciuta” appena arrivata nella City a vent’anni, mi ripeteva fino allo sfinimento ” a fare riviste sono bravi tutti, a fare riviste di qualità siamo in pochi e spesso nessuno se ne accorge…ma Santa Madonna Benedetta sulla lunga distanza è la qualità a vincere, dobbiamo farci il culo!”

Che dire…Grazie Gaetano…perché senza di te oggi fare le foto Shabby alla colazione, andrei agli eventi Sephora, riceverei i rossetti in anteprima e farei la Blogger di prima linea, ma non sarei io  sarei qualcuno che non conosco e farei un prodotto scadente uguale agli altri che non mi rispecchia pur dandomi una visibilità incredibile.

Sono una Blogger non sono una Santa… meno male!!!!!!!!!!

A presto!:-D

 

I miei social, venite a trovarmi e seguitemi:

https://www.facebook.com/makeupraimbow?ref=hl

https://twitter.com/Makeupraimbow

https://plus.google.com/113690376996829357428/posts

 http://www.tsu.co/Makeupraimbow

 

 

 

 

Annunci

Quando bacchettare diventa sport nazionale

Questo post nasce da una riflessione che ho fatto assistendo, per così dire, ad una piccola scenetta su Instagram, come voi ben sapete è l’unico social del quale faccio parte e mi piace molto perchè adoro fare foto.

Una mia amica, ha pubblicato una bella foto di lei con un bel vestito e un paio di scarpe col tacco carine, una foto semplice di una bella ragazza normale che sorride, niente pose da diva, niente red carpet solo una bella ragazza, punto ed una frase che riguardava l’abilità delle donne a nascondere le proprie abilità, ovviamente era ironica e leggermente maliziosa ma per niente volgare.

instagram1

Ovviamente io le ho messo un commento facendole i complimenti perchè vestita così ( niente di provocante un vestito nero e un paio di tacchi un rossetto tendente al fucsia e un trucco naturale…) stava proprio bene, ha due belle gambe e mi ha fatto anche tenerezza.

Sotto a questa foto una tizia ha scritto un messaggio, un cosiddetto “pippone” come lo chiamo io, dicendo che lei certe foto non le avrebbe mai pubblicate ( certe foto…ommioddio era vestita ed era coperta) che ci sono donne che non amano mettersi in mostra, che lei arriva a ridere e scherzare ma pubblicare una foto del genere ricevendo anche complimenti da amici uomini era oltre.

leleganza-e-la-sola-bellezza-che-non-sfiorisce-mai

Per la tipa in questione tutte noi donne sappiamo nascondere le nostre abilità ma non tutte lo facciamo maliziosamente per ricevere complimenti da altri uomini  e stuzzicarli…insomma il senso era che lei si sarebbe messa in mostra solo per il suo uomo e che al suo uomo sicuramente non avrebbe fatto piacere diversamente.

Ora la considerazione che io faccio è questa, siamo nel 2014 e siamo ragazze, dovremmo essere quantomeno un pò emancipate, visto e considerato che vogliamo essere moderne e al passo coi tempi, non capisco perchè se una persona si piace e non è volgare non può fare una foto e pubblicarla, senza essere tacciata come una “poco seria”.

mafalda-di-quino

Mamma mia, l’ho già detto tempo fa, se sei fuori misura secondo i canoni, fai schifo, ma se sei bella e ti piaci sei “poco seria”, quest’ultimo caso avviene solo se non sei famosa o un personaggio in qualche modo pubblico.

Io stesso ho degli scatti che mi hanno fatto le amiche o mio marito stesso e le pubblico se mi sento carina, e se ricevo dei complimenti magari anche da maschi amici per me è normale e non me ne faccio un problema, mio marito sa che io sono sua e siamo assieme.

Se il complimento è educato e non porta a niente di volgare è anche punto di orgoglio, se così si può dire, mio marito mi adora, ma dice sempre che se mi fanno i complimenti vuol dire a maggior ragione che ha scelto bene! E ne ridiamo!!

82

La cosa che mi fa specie è che poi, e mi ripeto, queste bacchettone rompipalle sono quelle che l’8 marzo  escono di casa e vanno a fare le peggio cose con le loro amiche galline mentre io invece, che volendo posso uscire quando mi pare, solo lì a guardarle con mio marito e penso ” hanno aperto le gabbie” e poi torno a casa ridendo godendomi il mio bello mentre loro vanno a vedere i muscoli del bello di turno in qualche bel localino zeppo di altre galline.

mafalda-non-sono-una-donna-a-sua-disposizione

Penso che tra donne ci vorrebbe un pò di sostegno e di complicità, penso che molte han voluto la parità dei sessi e poi si mettono il burka da sole quando gli fa comodo, penso che ci vorrebbero più sorrisi e meno rotture di scatole, ecco cosa penso.

complicita-femminile-72f18613-c953-4425-8f16-d6ce49c6ccc4

Penso che se una persona si piace non è giusto mortificarla, è ovvio che ci vuole il senso della misura ma in questo caso di misura ce n’era eccome! Più vado avanti e più rifletto su questa cosa e più mi accorgo che a volte è proprio dalle donne che arrivano i peggio comportamenti, questa cosa è deludente.

63999_635363463148116_77210482_n

Altro che Sex and The City questo è Burka and The City e il burka, sebbene figurativo, certe ragazze amano metterlo alle loro simili solo per il gusto di sputare sentenze gratuite, ognuno fa quel che gli pare ed è giusto così, con il senso della misura dettato dal buon senso, il resto sono solo chiacchiere!!

 

flash burqa satc2z

 

A presto!:-)

 

 

Quando l’ignoranza diventa inappropriata

Mentre ero sul treno  sono incappata in un articolo pubblicato da Clio sul suo blog che mi ha molto colpita, parlava di un adolescente, Samm, che è stata bannata da Instagram ( l’unico social a parte Twitter che io abbia e che amo) perché le sue foto in biancheria intima e in costume, ben poco provocante direi, sono state ritenute inappropriate.

Samm, lo potete leggere anche nel post di Clio, posta le sue foto con l’hashtag #bodylove come a voler dire che lei ama il suo corpo anche se è una ragazza decisamente tonda, ma ha sempre un sorriso e si piace così.

images2

Gli utenti hanno segnalato così tante volte le sue foto che il suo profilo è stato chiuso ( ora è riaperto), come ho letto dopo un tot di segnalazioni scatta un meccanismo di Instagram per il quale il profilo in questione viene bannato.

La cosa che più sconvolge è che il profilo Instagram di Samm sia stato chiuso perché le sue foto, le foto di una ragazza sovrappeso sorridente in pose decisamente non provocanti e con indosso intimo decisamente non provocante, sono state ritenute inappropriate perché lei è quel che è, una ragazza in sovrappeso.

images

Quando ho letto questo articolo ho fatto un bel respiro e mi sono riservata di rifletterci su  per poi scrivere quel che ne pensavo e confrontarmi con voi girls, perché se avessi fatto quello che il mio cervello furioso mi suggeriva avrei scritto un post di fuoco direttamente dall’app di WordPress con lo smartphone.

Però qualche rospo me lo voglio togliere lo stesso ed essendo questo un mio spazio ho il diritto, e il dovere verso chi mi segue e apprezza la mia sincerità, di dire la mia senza false ipocrisie.

Siamo letteralmente bombardati di tette e culi più o meno, nella migliore delle ipotesi, scoperti ogni singolo giorno della nostra vita, dal mattino che ti alzi fino alla  sera che vai a dormire non vedi altro che pance di fuori, tette che spuntano, culi che ballano a destra ed a manca, non esiste più un barlume di decenza oramai da anni!

 untitledMa quale inappropriato… no? W il Bikini Bridge!

Non si ha più il senso dell’intimità di cosa è giusto mostrare a tutti e cosa no e dobbiamo ringraziare le centinaia di persone che non fanno altro tutto il giorno che spararsi le pose davanti allo specchio, in piscina, dall’estetista, con gli amici, basta avere meno roba addosso possibile e poi sei ok!

E oggi devo leggere che una ragazzina di 19 anni è stata bannata perché il suo corpo solo perché non è tonico e snello non è appropriato?

Ma siamo fori di testa? Dove siamo arrivati?

Sono certa che anche a voi capita di seguire modelle, personaggi famosi e via discorrendo, di guardare le loro foto, durante l’estate soprattutto è tutto un pullulare, e l’ho già ribadito nel post sui costumi delle sorelle Rodriguez, di pance piatte, scollature e culetti al vento, oramai mostrarsi mezze nude, mezze nella migliore delle ipotesi, è una routine e nessuno se ne stupisce.

Però se sei una modella, una star, una ragazza normale ma magra allora vai bene, non sei inappropriato, se sei invece una ragazza rotonda, che sta bene con se stessa e sorride  e ti fai delle selfie davanti allo specchio senza un barlume di malizia allora sei INAPPROPRIATO e vieni BANNATO da un social perché c’è GENTE IGNORANTE che non ti vuole vedere perché gli fai schifo?

untitled

Funziona così?

Ecco cosa MI FA SCHIFO, ohhh finalmente l’ho  detto, che liberazione!

Se un domani avrò una figlia o un figlio vorrei che avesse il senso dell’intimità e non che a 19 anni si facesse le selfie allo specchio mezza nuda o mezzo nudo per far vedere chissà cosa e questo è il punto, dare il senso di quello che si può e non si può e il senso del pudore, questo si.

Ma che io a 35 anni suonati debba leggere notizie simili e magari fare anche finta di niente, no, mi rifiuto nella maniera più assoluta!

Nessuno si sconvolge se una Miley Cyrus fa quel che fa e si mette nelle pose più disparate per farsi vedere, se gira un video mezza nuda su una palla da demolizione leccando un martello e facendo la sexy,  nessuno si indigna se Belen Rodriguez davanti a milioni di telespettatori mette in mostra la sua farfallina (per errore… si intende…) o se da qualunque parte ti giri vedi una chiappa o una tetta saltar fuori.

imagesLJ80GO6L untitled   Miley-Cyrus-wrecking-ball-video

Quando si dice…stare sulle balls! 🙂

La gente si indigna se una persona con un corpo che non segue i canoni dettati da una società che ha trasformato una taglia 46 nel demonio si mostra e sorride, mettendo un hashtag che invita a volersi bene ( e ce ne fossero con le decine di adolescenti affetti da disturbi alimentari che ci sono) e pazienza se non è magra e soda, lei è semplicemente quel che è e va bene così.

Il punto è che queste cose accadono dappertutto, in questo caso è proprio vero che “tutto il mondo è paese” come dice mia madre ed è una cosa di una gravità abissale, ma si fa finta di niente, questa “falsa bigotteria” questo “volersi sconvolgere” mi fanno schifo e mi fanno pensare che se non esiste un equilibrio dato da tante cose e in primis dalla famiglia una persona può anche rimanere fortemente complessata e per tutta la vita.

Provo la stessa nausea e lo stesso fastidio che sento quando alla Festa della Donna io magari esco a cena con mio marito che ha la delicatezza di “volermi festeggiare” mangiando assieme fuori per spezzare la routine e poi vedo al tavolo a fianco orde di madri di famiglia e di fidanzatine perfette che bevono l’impossibile per andare poi a sbattersi in qualche locale a gozzovigliare addietro allo spogliarellista di turno e ridendo dico “hanno aperto le gabbie…escono una volta l’anno”.:-)

E voi che ne pensate?

Come vi ponete di fronte alla disavventura di Samm?

A presto!:-)