The Hairy Legs Club: il ritorno delle gambe non depilate

The Hairy Legs Club, o il Club delle Gambe Pelose, che dir si voglia nasce da una pagina Tumblr da una blogger che si chiama Sarah ed ha ideato questo progetto per incoraggiare le donne a accettarsi così come sono nella loro bellezza naturale, anche se si tratta di peli.

Per entrare a far parte del The Hairy Legs Club basta fare una foto delle proprie gambe non depilate mandarla in pubblicazione sul sito, da quel che leggo il club ha avuto un enorme rientro on line tanto che centinaia e centinaia di donne hanno postato le loro foto per dare il loro contributo.

Le donne che fan parte del The Hairy Legs Club vanno fierissime delle loro gambe non depilate, postano le loro foto con orgoglio e senza alcun imbarazzo, dicono di sentirsi libere finalmente di esprimere la loro vera natura e il loro modo di essere.

Le donne che hanno scelto di non depilarsi più lo fanno perché considerano la depilazione una pratica dettata da una società maschilista.

A vedere le loro foto, ve lo dico con un bonario sorriso sulle labbra, sono rimasta un po’ perplessa io mi depilo da quando ho avuto l’età per capire che odiavo profondamente i miei peli quando mettevo le gonne… e dopo aver cominciato ho scoperto di quanto è bello non averli nemmeno coi pantaloni!

Mi piace la sensazione liscia delle gambe e se non fossi terrorizzata dalla ceretta ( il massimo che potete ottenere da me è il Silk Epil e soffro! Ma se bella vuoi apparire…) me li toglierei anche sulle braccia….:-) ma per ora mi limito alle gambe ed altre zone nascoste ed interessanti ;-).

Detto ciò io non penso che la depilazione sia una questione di retaggio di una società maschilista, penso che sia un modo per piacersi di più, io mi sento sexy ed a mio agio se sono liscia e depilata e mi piace quando durante la bella stagione la luce si riflette sulle mie gambe belle lisce, è una cosa stupida…Ma è così.

Provo però il massimo rispetto per queste donne, che han trovato un loro modo di star bene con loro stesse e che hanno comunque trovato il coraggio di essere come si sentono senza vergognarsi, è una bella cosa.

Voi ragazze come ci ponete di fronte a questo ritorno alle  Hairy Legs? Smettereste di depilarvi se vi facesse sentire meglio oppure andreste avanti a farlo per una questione solo estetica?

A presto!:-)

 

 

Annunci

20 pensieri su “The Hairy Legs Club: il ritorno delle gambe non depilate

  1. Ho letto anche io di questo “fenomeno” e devo dire che mi sento combattuta. Guardando le foto (non questa pubblicata da te, dove peletti sottili e biondi a malapena si vedono) di gambe ricoperte di nera peluria la reazione spontanea è stata di ribrezzo. Quindi mi verrebbe da dire che non posso condividere questa scelta, né sentirmi vicina alle protagoniste delle foto.

    Ma quanto è spontanea davvero questa reazione? I peli sono naturali. E sugli uomini non mi sembra ci facciano schifo. Quanto dipende da una questione culturale, ormai così radicata, che nessuna di noi metterebbe una gonna senza essersi depilata (mentre i pantaloni, che nascondono, spesso sì, quindi altro che “lo faccio per me”…)?

    E, soprattutto, (qui riconosco l’approccio sessita citato), come mai ci si aspetta che le donne dedichino ore alla palestra, alla dieta, al trucco, alla scelta dei vestiti, alla depilazione? Come mai la gente si stupisce del fatto che io mi trucchi raramente (a 35 anni, non 50, ma tanto si stupivano anche quando ne avevo 20) ed è pronta subito a criticare una donna che “non si cura abbastanza”, mentre gli uomini miei coetanei in media girano con la pancia, la barba incolta, vestiti a caso e mai penserebbero di buttare via il loro tempo a “farsi belli”? Come mai per le donne questa quotidiana, continua cura estetica, è una sorta di dovere non scritto, dato per scontato?

    Mi piace

    • la tua è una bella domanda….il punto è che una donna è aggraziata per natura…o almeno dovrebbe essere…perciò…certe attenzioni per sé stessa…e certe finezze ce le si aspetta.
      Però io te lo dico sinceramente…anche da un uomo mi aspetto un po’ di cura…io sono fortunata ho un marito al quale piace essere “in ordine” ( sembro mia madre…hihihi) che tiene al suo abbigliamento e alla sua persona…magari nn si ammazza in palestra…ma un uomo sbarbato e profumato, con delle mani curate e via dicendo per me vale oro.
      Da una donna un certo tipo di delicatezze ce le si aspetta e secondo me è anche giusto che sia così…sennò che ci distingue dalle scimmie?:-P
      Poi sai ognuno…si fa le pellicce sue!!!

      Mi piace

      • Ecco, il discorso “anche da un uomo mi aspetto che tenga alla sua persona” funziona. Il fatto è che, in media, (poi ci sono le eccezioni) gli uomini non si curano affatto (ecco, parliamo delle mani, con unghie e pellicine mangiucchiate!) e nessuno se ne scandalizza. Poi, beh, penso che il concetto di “cura” stessa sia da mettere in discussione: chi dice che devo avere vestiti firmati o make up per essere curata? Non può uno stile sobrio, semplice, ma pulito e ordinato essere sinonimo di cura e rispecchiare alcune di noi? Dobbiamo essere per forza come sulle copertine delle riviste? (È una domanda che rivolgo in generale, eh, a me per prima). 🙂

        Mi piace

      • Guarda personalmente il mio ideale di “cura è pulizia” è che una persona vada in giro con un abbigliamento consono e pulito e che non lasci in giro la scia di puzzo insopportabile … tt qua…poi copertine…non copertine… riviste… tutta roba…vista e stravista…io amo la moda e seguo le tendenze per farmi uno stile mio…ma non penso che uno debba per forza essere patinato per essere in ordine.
        Sulle pellicine mangiucchiate…lascio perdere…ahahahah è un pensiero che mi fa star male …ahahahaah!!! E cmq nn credere che nessuno se ne scandalizzi… sono cose che saltano all’okkio…nn hai idea di quanto…anche per gli uomini adesso ci sono delle belle rotturine… e gli sta anche un po’ bene..la parità è biunivoca…:-D

        Mi piace

      • Credo che manchi un modello positivo del femminile: non mi piace né quello incarnato da molte mamme della mia generazione (solo mamma e mai donna, dedita alla famiglia e alla casa e mai a se stessa), né quello che “va di moda” ora. Vorrei un’alternativa! 😀

        Mi piace

  2. e io che non ho avuto “il coraggio” di scrivere il pezzo che avrei voluto su questa tendenza!
    In realtà, lo ammetto, non l’ho voluto fare perchè per me è un deciso, secco, orripilato NO. Ferma restando la libertà di opinione ed espressione di ciascuna di noi, penso che una donna può affermare la propria indipendenza da questa società maschilista in altri modi. Per come la vedo io la depilazione (cosa prenderà, 20 minuti del tuo tempo? andiamo, davvero vogliamo farne una questione di TEMPO? tempo rubato a cosa, precisamente?) rientra in quei piccoli gesti quotidiani di igiene e cura della persona cui nessuno, donna o uomo, può – o dovrebbe – prescindere.
    credevo che ci fossimo evoluti dagli anni 70, e dalla strana convinzioni che lavarsi, profumare (anche solo vagamente di sapone e borotalco, senza necessità di chilate di profumo addosso ma di certo diociscampi dalla puzza di sudore e non lavato che segue certa gente come la nuvola di fantozzi!) e mantenersi in ordine non sia requisito fondamentale per essere definiti “civili” ma solo un’assurda imposizione del “sistema”.
    per me è questione di rispetto, non solo verso sè stessi ma anche per gli altri. poi ripeto ognuno è libero, ma per me è no, e quindi anche io sono libera di schifarmi se ti vedo con la zampa (o diocisalvi l’ascella) pelosa.

    Mi piace

      • ma quello mica è affermare le proprie idee, e te lo dice una che più indipendente non ce n’è. è esibizionismo malfatto.
        che poi le voglio vedere tutte ste brave signorine, ad avere a che fare con la società “moderna” e maschilista contro cui tanto “combattono”, ogni giorno: le vorrei vedere ad avere un lavoro che presuppone di indossare una divisa (come avevo io, quando lavoravo in hotel), in cui ti insegnano le regole della cura personale e dello stare a contatto con i clienti, e poi ne riparliamo. li vorrei vedere come tanti di noi a lavorare in un posto dove i guadagni dipendono dall’immagine, e allora poi si che ce la raccontiamo sulla società sessista e tutto il resto.
        son tutti bravi a parlare quando possono permettersi di cazzeggiare, ma la serietà sta da un’altra parte. queste cose mi mandano sempre in bestia 😦

        Mi piace

      • Sono d’accordo…io lavoro per un grosso studio di commercialisti internazionale a Milano e sebbene già io sia una perfettina che in ufficio nn sgarra e se si concede la Converse è proprio nei giorni che so che nn ci sarà nessuno…devo cmq stare attenta… i clienti vanno e vengono le riunioni si susseguono e spesso noialtre del C&C dobbiamo pure entrare ed uscire a raccoglier firme…pensa entrare in questa stagione con una gonna…e una bella gamba pelosa insieme al top di seta e una scarpa col tacco… io fossi un cliente me la darei a gambe. Il problema si pone dappertutto… e si pone anche per una questione igienica… ma evidentemente certa gente si sente meglio pelosa e fiera piuttosto che in un altro modo.
        Ognuno fa come gli pare e io lo premetto sempre…ma la società è sessista nei due sensi… e non raccontiamoci delle balle… perché voglio vedere se nella pubblicità di D&G invece di quel gnoccone di GAndy in slippino bianco ci avessero messo l’omino panzuto e stempiato… avrebbero sospirato tutte dicendo …che figo…che bello… dai… allora la società è sessista solo quando conviene? La società è quel che è e noi ci dobbiamo vivere,e sopravvivere, distinguendoci per il nostro stile uno stile però che non ci faccia ricordare come quelle che pur di andare controcorrente a tutti i costi …si attaccano …al pelo nell’uovo!!:-)

        Mi piace

      • parole sante sorella, amen e stra amen. la società è sessista quando fa comodo, sensazionalista per nascondere il vuoto di idee e contenuti e personalità che c’è dietro. si esaspera l’apparenza, in entrambi i sensi dal troppo finto al troppo eeew! nella speranza di distogliere l’attenzione dalle altre gravi mancanze: perchè tu, o donna emancipata, devi insistere tanto a dichiararti tale mostrandoti peluta? perchè altrimenti nessuno ti considererebbe. che poi vuoi essere riconosciuta per quello che sei? vuoi la parità dei sessi? allora arrivi fino in fondo e ne accetti le conseguenze, che sono spesso incomprensione e solitudine, e non che invece ti lamenti perchè “ah ma nessuno mi capisce, ah ma nessuno si lascia crescere i peli come me, ah ma io sono reietta perchè tu e le modelle sui giornali non smettete di depilarvi e gli uomini preferiscono voi!”
        belle ochette mie, i sacrifici vanno fatti per davvero, non per due foto di instagram.
        le donne vere il pelo ce l’hanno sullo stomaco, non sulle gambe.
        e questa me la straquoto da sola 😀

        Mi piace

      • questa è da segnare davvero come frase top e stratop del blog!!!:-D
        Sono con te! ahahah!!
        CMQ IO VOGLIO DEPILARMI LE GAMBE ANCHE SE IL SILK EPIL MI TORTURA E VOGLIO DAVID GANDY CON LO SLIPPINO!!! SIII!!!
        EVVIVA!!!

        Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...